IAS 19 Benefici per i dipendenti – Benefici successivi al rapporto di lavoro: piani a benefici definiti

Interessi netti sulla passività (attività) netta per benefici definiti

123 L’entità deve determinare gli interessi netti sulla passività (attività) netta per benefici definiti moltiplicando la passività (attività) netta per benefici definiti per il tasso di sconto di cui al paragrafo 83.

123A Per determinare gli interessi netti conformemente al paragrafo 123, l’entità deve utilizzare la passività (attività) netta per benefici definiti e il tasso di sconto determinato all’inizio dell’esercizio. Tuttavia, se ridetermina la passività (attività) netta per benefici definiti conformemente al paragrafo 99, l’entità deve determinare gli interessi netti per il resto dell’esercizio dopo la modifica, la riduzione o l’estinzione del piano utilizzando:

a) la passività (attività) netta per benefici definiti determinata conformemente al paragrafo 99, lettera b);
b) il tasso di sconto utilizzato per rideterminare la passività (attività) netta per benefici definiti conformemente al paragrafo 99, lettera b).

Nell’applicare il paragrafo 123 A, l’entità deve anche tenere conto delle variazioni della passività (attività) netta per benefici definiti durante l’esercizio a seguito del versamento di contributi o del pagamento di benefici.

124 Gli interessi netti sulla passività (attività) netta per benefici definiti possono essere considerati comprensivi degli interessi attivi sulle attività a servizio del piano, degli interessi passivi sulle obbligazioni per benefici definiti e degli interessi sull’effetto del massimale di attività di cui al paragrafo 64.

125 Gli interessi attivi sulle attività a servizio del piano rappresentano una componente del rendimento delle attività a servizio del piano e sono determinati moltiplicando il fair value (valore equo) delle attività a servizio del piano per il tasso di sconto di cui al paragrafo 123 A. L’entità deve determinare il fair value (valore equo) delle attività a servizio del piano all’inizio dell’esercizio. Tuttavia, se ridetermina la passività (attività) netta per benefici definiti conformemente al paragrafo 99, l’entità deve determinare gli interessi attivi per il resto dell’esercizio dopo la modifica, la riduzione o l’estinzione del piano utilizzando le attività a servizio del piano utilizzate per rideterminare la passività (attività) netta per benefici definiti conformemente al paragrafo 99, lettera b). Nell’applicare il paragrafo 125, l’entità deve anche tenere conto delle variazioni delle attività a servizio del piano durante l’esercizio a seguito del versamento di contributi o del pagamento di benefici. La differenza tra gli interessi attivi sulle attività a servizio del piano e il rendimento delle attività a servizio del piano è inclusa nella rivalutazione della passività (attività) netta per benefici definiti.

126 Gli interessi sull’effetto del massimale di attività fanno parte della variazione complessiva dell’effetto del massimale di attività e sono determinati moltiplicando l’effetto del massimale di attività per il tasso di sconto di cui al paragrafo 123 A. L’entità deve determinare l’effetto del massimale di attività all’inizio dell’esercizio. Tuttavia, se ridetermina la passività (attività) netta per benefici definiti conformemente al paragrafo 99, l’entità deve determinare gli interessi sull’effetto del massimale di attività per il resto dell’esercizio dopo la modifica, la riduzione o l’estinzione del piano tenendo conto delle variazioni dell’effetto del massimale di attività determinato conformemente al paragrafo 101 A. La differenza tra gli interessi sull’effetto del massimale di attività e la variazione complessiva dell’effetto del massimale di attività è inclusa nella rivalutazione della passività (attività) netta per benefici definiti.

 

Torna all’indice dello Ias 19 Benefici per i dipendenti

Torna all’indice dei Principi Contabili Internazionali