IAS 11 Commesse a lungo termine – Costi di commessa

16 I costi di commessa devono comprendere:

a) i costi che si riferiscono direttamente alla commessa specifica;
b) i costi che sono attribuibili all’attività di commessa in generale e che possono essere imputati alla commessa stessa; e
c) qualunque altro costo che può essere specificatamente addebitato al committente sulla base delle clausole contrattuali.

17 I costi che si riferiscono direttamente a una particolare commessa comprendono:

a) i costi di manodopera inerenti al cantiere, inclusa la supervisione del luogo;
b) i costi dei materiali utilizzati nella costruzione;
c) l’ammortamento degli impianti e macchinari impiegati nella commessa;
d) i costi di spostamento degli impianti, macchinari e materiali al e dal luogo d’esecuzione della commessa;
e) i costi di locazione di impianti e macchinari;
f) i costi di progettazione e assistenza tecnica che sono direttamente connessi alla commessa;
g) i costi stimati per lavori di modifica e in garanzia, compresi i costi di garanzia attesi; e h) le richieste danni da parte di terzi.

Questi costi possono essere ridotti da eventuali proventi non inclusi nei ricavi di commessa, quali i proventi dalla vendita di eccedenze di materiali e la dismissione di impianti e macchinari al termine della commessa.

18 I costi che possono essere attribuiti all’attività di commessa in generale e che possono essere imputati a particolari commesse comprendono:

a) l’assicurazione;
b) i costi di progettazione e assistenza tecnica che non sono direttamente connessi a una specifica commessa; e
c) le spese generali di commessa.

Tali costi sono imputati impiegando criteri sistematici e razionali e sono applicati coerentemente a tutti i costi che hanno caratteristiche simili. L’imputazione si basa sul livello ordinario dell’attività di costruzione. Le spese generali di commessa comprendono costi quali la preparazione e la gestione delle remunerazioni del personale impiegato per la commessa. I costi che possono essere attribuiti all’attività di commessa in generale e che possono essere imputati a particolari commesse comprendono anche gli oneri finanziari.

19 I costi che sono specificamente addebitabili al committente come previsto nelle clausole contrattuali possono includere alcuni costi generali di amministrazione e i costi di sviluppo il cui rimborso sia stabilito nelle clausole contrattuali.

20 I costi che non possono essere attribuiti all’attività di commessa o che non possono essere imputati a una commessa sono esclusi dai costi di un lavoro su ordinazione. Tali costi comprendono:

a) i costi generali amministrativi il cui rimborso non sia previsto nel contratto;
b) i costi di vendita;
c) i costi di ricerca e sviluppo il cui rimborso non sia previsto nel contratto; e
d) l’ammortamento di impianti e macchinari inattivi non utilizzati in una particolare commessa.

21 I costi di commessa comprendono i costi attribuibili a una commessa nel periodo compreso tra la data di stipulazione del contratto e quella di completamento della commessa. Tuttavia, anche i costi che sono direttamente connessi a una commessa e che sono sostenuti per assicurarsi la commessa sono inclusi come parte dei costi di commessa se possono essere identificati separatamente e determinati con attendibilità e se è probabile che la commessa sarà ottenuta. Quando i costi sostenuti per ottenere una commessa sono rilevati come costo nell’esercizio nel quale sono sostenuti, essi non sono compresi nei costi di commessa quando la commessa è ottenuta in un esercizio successivo.

 

Torna all’indice dello Ias 11 Commesse a lungo termine

Torna all’indice dei Principi Contabili Internazionali