NULL
Novità Iva
4 Giugno 2010

Utilizzo compensazioni IVA con il modello F24: Circolare delle Entrate

Scarica il pdf

Con Circolare 3 giugno 2010, n. 29, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito alcuni dubbi in merito alla compilazione del modello F24, con particolare attenzione al caso di compensazioni IVA.

Di seguito si elencano i principali chiarimenti al fine di poter beneficiare della compensazione stessa:

  • è ammessa la compensazione IVA su IVA solo se il debito è sorto successivamente al credito. Diversamente se il debito è sorto prima del credito non è ammessa la compensazione interna (IVA su IVA) ma solo quella esterna (in F24): quest’ultima risente quindi delle limitazioni in materia di compensazione (euro 10.000/euro 15.000);
  • il codice identificativo “62” (“soggetto diverso dal fruitore del credito”) non va utilizzato nel caso di IVA di gruppo o regime di trasparenza;
  • le società che utilizzano in compensazione il credito derivante dalla riattribuzione delle ritenute che residuano dopo lo scomputo dall’IRPEF dovuta dai singoli soci o associati devono indicare quale anno di riferimento, l’anno d’imposta relativo alla dichiarazione dei redditi da cui il credito emerge.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
22 Settembre 2023
Imposta di bollo sulle fatture elettroniche

Imposta di bollo sulle fatture elettroniche: cos’è. L’imposta di bollo è...

22 Settembre 2023
Impresa Sociale: la disciplina generale

Le imprese sociali rientrano nell’ambito degli enti del Terzo settore e...

22 Settembre 2023
Tassazione di favore anche con trasferte occasionali

Il 12 settembre 2023, si è affrontata la questione della tassazione di favore per un...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto