NULL
Novità Iva
10 Marzo 2007

Sgravi IVA per i commercianti solo sugli sconti

Scarica il pdf

La Corte di Cassazione, con Sentenza 5 marzo 2007, n. 5006, nel rigettare un ricorso avverso un avviso di rettifica ai fini IVA presentato da un commerciante di beni alimentari che aveva detratto i costi relativi a premi elargiti ad alcuni clienti, ha affermato che la variazione d’imposta di cui all’art. 26, D.P.R. n. 633/1972, riguarda solamente gli sconti da questi effettuati ed ha altresì fornito importanti chiarimenti circa la distinzione tra sconti, che danno diritto a tale agevolazione, dalle altre promozioni.

Secondo i giudici il legislatore ha previsto due specifiche condizioni per poter fruire della variazione d’imposta e cioè che il commerciante pratichi uno sconto sul prezzo di vendita e che tale sconto derivi da un accordo (verbale o scritto). Per sconto deve intendersi quell’operazione che incide direttamente sul prezzo del bene, riducendone l’ammontare, mentre un premio è un semplice incentivo riconosciuto al cliente per incentivarlo a futuri acquisti.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
5 Agosto 2022
Vi aspettiamo a settembre

La redazione dà appuntamento a settembre per le prossime notizie e augura buone vacanze...

4 Agosto 2022
Social bonus: arriva il regolamento per l’attuazione del credito d’imposta.

E' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 14 luglio 2022 il Decreto del Ministero...

4 Agosto 2022
L’Agenzia delle Entrate istituisce i codici tributo per utilizzare tre nuovi crediti d’imposta.

Con tre diverse Risoluzioni dell'Agenzia delle Entrate del 27 luglio 2022 sono stati...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto