Novità Iva
11 Settembre 2009

Rettifiche IVA solamente in presenza di adeguate motivazioni: Sentenza della Cassazione

Scarica il pdf

Con Sentenza 29 luglio 2009, n. 17572, la Corte di Cassazione ha stabilito che l’Amministrazione finanziaria non può rettificare i costi relativi a presunte fatture false, qualora non abbia provveduto ad indicare gli effettivi elementi dai quali si deducono le violazioni commesse dal contribuente.

Secondo i giudici, in sostanza, nelle suddette circostanze il Fisco deve spiegare le motivazioni in base alle quali dai comportamenti derivano elementi gravi, precisi e concordanti a carico del contribuente.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto