Regime della franchigia: dalle Entrate definizione dei termini e delle procedure

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale 29 dicembre 2006, n. 301, il Provvedimento 20 dicembre 2006, con il quale l’Agenzia delle Entrate ha definito i termini e le procedure di applicazione delle disposizioni previste per i contribuenti minimi in franchigia, di cui all’articolo 32-bis, Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633. In particolare, tra le altre cose, il Provvedimento dispone che:

  • l’opzione per il regime della franchigia deve essere comunicata mediante la dichiarazione di inizio/variazione dell’attività. Relativamente a questo secondo caso, i termini di comunicazione saranno connessi a quelli di effettuazione della trasmissione telematica dei corrispettivi, per i quali sono attesi gli appositi provvedimenti;
  • conseguenza dell’opzione è il cambio del numero di partita IVA;
  • l’adesione al regime della franchigia non provoca il venire meno dell’obbligo di fatturazione, ma consente l’utilizzo del modello F24 cartaceo, ai fini del versamento delle imposte, dei contributi e dei premi.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale