IVA di gruppo: chiarimenti di Assonime

Con Circolare 21 marzo 2005, n. 16, l’Assonime commenta la Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate 21 febbraio 2005, n. 22 in materia di IVA di gruppo con società controllate e/o controllanti residenti all’estero.

Nella citata Risoluzione, le Entrate avevano precisato che la liquidazione dell’IVA di gruppo è applicabile senza limitazioni, a condizione che le forme giuridiche comunitarie siano equipollenti alle forme societarie di diritto italiano, e a seguito di identificazione ai fini IVA in Italia dei soggetti comunitari (rappresentante fiscale, stabile organizzazione o identificazione diretta).

Assonime chiarisce, ulteriormente, che i soggetti esteri devono aver effettuato in Italia operazioni (attive e/o passive) rilevanti agli effetti dell’imposta.

Fonte:  www.seac.it