Novità Iva
14 Gennaio 2006

Corte di Giustizia UE: senza la conoscenza della frode l’impresa può detrarre l’IVA

Scarica il pdf

Secondo quanto affermato dalla Corte di Giustizia europea, con Sentenza del 12 gennaio 2006, in relazione alle tre cause riunite C-354/03, C-355/03 e C-484/03, alla società che abbia partecipato in modo inconsapevole ad una frode “carosello”, deve essere riconosciuto il diritto alla detrazione dell’IVA.

Infatti, le operazioni illecite poste in essere da terzi precedentemente o in seguito all’attività della società ignara, non influiscono sulla sua qualità di soggetto passivo, attesa la natura oggettiva della nozione di attività economica in materia IVA, e pertanto le va riconosciuto il diritto alla detrazione dell’imposta.

Fonte:  www.seac.it

 

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto