Corte di Cassazione: sconti di fine anno imponibili IVA solo se incidenti sul prezzo

La Corte di Cassazione, con Sentenza n. 5006, depositata il 5 marzo 2007, ha stabilito che gli sconti di fine anno, che le imprese riconoscono ai propri clienti al raggiungimento di determinati obiettivi di fatturato o di quantità acquistate, non sono soggetti allo stesso trattamento IVA dei più generici sconti – prezzo.

A meno che dalle fatture e dagli accordi stipulati verbalmente o anche successivamente al perfezionamento dell’operazione, non risulti la loro natura di sconto sul prezzo, ma solo di premio, essi costituiscono delle mere cessioni monetarie e come tali estranee al campo di applicazione dell’IVA.

Per la rilevanza dei medesimi ai fini IVA risulta pertanto fondamentale la qualificazione data all’operazione.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale