NULL
Novità Iva
28 Marzo 2008

Concessioni pubbliche: non si applica il reverse charge

Scarica il pdf

Con Risoluzione 18 marzo 2008, n. 101, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che per i contratti stipulati da una società di progetto con i propri fornitori per la realizzazione di opere pubbliche non è applicabile il meccanismo del reverse charge ma la fatturazione delle prestazioni segue le regole ordinarie.

Secondo l’Amministrazione finanziaria, infatti, il rapporto che si instaura tra il concessionario di lavori pubblici e l’impresa che realizza le opere è riconducibile alla fattispecie dell’appalto e non del sub-appalto. Pertanto, non si applica l’inversione contabile, anche se trattasi di prestazioni effettuate nel settore edile.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
2 Dicembre 2022
Sì al Superbonus in caso di installazione dell’ascensore esterno all’edificio.

L'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un nuovo quesito riguardante il Superbonus. A...

2 Dicembre 2022
La cessione di smart box resta esclusa dall’esterometro.

Le cessioni degli "smart box" rientrano nei dati che devono essere comunicati tramite...

25 Novembre 2022
Compensi dell’agente sportivo: si tratta di redditi di lavoro autonomo.

Con la Risoluzione n. 69 del 21 novembre 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto