NULL
Novità Iva
27 Settembre 2010

Ammissibilità della sottoscrizione da parte dell’Organo di revisione in alternativa al visto di conformità in caso di dichiarazioni presentate da enti locali

Scarica il pdf

Con la Risoluzione n. 90 del 17 settembre 2010, l’Agenzia delle Entrate si è occupata dell’obbligo di apposizione del visto di conformità per le dichiarazioni dalle quali emerge un credito IVA da compensare di importo superiore a 15.000 Euro. In particolare, il quesito posto all’Agenzia riguardava l’ipotesi nella quale la dichiarazione è presentata dagli enti locali, ossia da soggetti per i quali la revisione economica – finanziaria è affidata ad un collegio di revisori (o ad un solo revisore, nel caso dei Comuni più piccoli) che svolge la funzione di vigilanza sulla regolare tenuta e conservazione delle scritture contabili, attività analoga a quella prevista ai fini del rilascio del visto di conformità in questione.

Nell’interpello, il Comune istante sosteneva che la sottoscrizione della dichiarazione da parte dell’Organo di revisione dell’ente avesse la stessa valenza giuridica del visto di conformità. Nella Risoluzione, l’Agenzia delle Entrate ha condiviso tale soluzione.

   

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
14 Gennaio 2022
Legge di Bilancio per il 2022: misure in favore dei settori dello sport e del turismo.

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 2021 la Legge di Bilancio per il...

14 Gennaio 2022
Legge di Bilancio per il 2022: le misure nel settore agricolo.

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 2021 la Legge di Bilancio per il...

14 Gennaio 2022
Legge di Bilancio per il 2022: le novità per i pensionati all’estero e per i ricercatori che rientrano in Italia.

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 2021 la Legge di Bilancio per il...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto