Novità Iva
26 Gennaio 2008

Acconto IVA in ipotesi di fusione per incorporazione Risoluzione delle Entrate

Scarica il pdf

Con Risoluzione 21 gennaio 2008, n. 16, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla determinazione dell’acconto IVA in ipotesi di fusione per incorporazione dei soggetti che si avvalgono delle disposizioni di cui ai D.M. 24 ottobre 2000, n. 366 e 370.

Tali Decreti permettono a particolari categorie di soggetti (ad esempio, operanti nel settore di raccolta e smaltimento rifiuti, servizi di telecomunicazioni, ecc.) di effettuare le liquidazioni ed i versamenti IVA trimestralmente (anziché mensilmente) e senza applicazione di interessi. Secondo l’Amministrazione finanziaria, in caso di fusione, l’acconto dovuto si determina tenendo conto delle operazioni effettuate dalla società incorporata a partire dalla data in cui la stessa ha effetto. Pertanto, se la fusione:

  • è avvenuta in un periodo antecedente all’ultimo trimestre di liquidazione, l’acconto dovuto dall’incorporante tiene conto solo dei dati relativi alla propria liquidazione;
  • se la fusione si realizza nell’ultimo periodo di liquidazione, l’incorporante dovrà tenere conto, oltre che dei propri versamenti, anche di quelli effettuati dalla incorporata;
  • è avvenuta dopo la scadenza del termine di versamento dell’acconto, la liquidazione periodica definitiva relativa all’ultimo trimestre e la compilazione della dichiarazione IVA, saranno effettuate unicamente dalla società incorporante.

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto