Rideterminazione degli acconti e Manovra Bis: Circolare di Assonime

Con Circolare 29 novembre 2006, n. 53, Assonime ha fornito indicazioni in merito al ricalcolo della seconda (in termini di conguaglio) o unica rata di acconto delle imposte sui redditi, che deve essere versata entro la giornata di oggi applicando le novità introdotte dalla Manovra bis. In particolare, l’associazione ha indicato che:

  • le società di comodo, per le quali il 2005 ha rappresentato un esercizio di non normale attività e non sono state quindi assoggettate alla specifica disciplina, sono in ogni caso obbligate al ricalcolo degli acconti in base alle nuove norme per esse dettate. Anche nell’ipotesi in cui l’esclusione sia ancora applicabile, infatti, non è possibile ottenere, entro la giornata di oggi, la necessaria preventiva autorizzazione dall’Amministrazione finanziaria in risposta all’interpello disapplicativo. La maggiore imposta versata potrà essere tuttavia fatta valere in sede di saldo;
  • l’applicazione delle nuove norme in ordine all’indeducibilità dell’ammortamento del terreno su cui insiste un fabbricato non comporta alcuna sopravvenienza attiva, nei casi in cui il fondo ammortamento già accantonato (e calcolato sul valore complessivo) abbia superato il valore residuo fiscalmente ammortizzabile del solo terreno;
  • con riferimento alle opere ultrannuali non concluse, ma ancora in corso, dubbi sorgono in ordine alla ripresa o meno a tassazione del fondo iscritto per le svalutazioni (2%) nel corso degli esercizi precedenti.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale