NULL
Novità Irpef - Ires
15 Novembre 2008

Residenza fittizia: la pretesa erariale deve essere supportata da prove certe

Scarica il pdf

Con Sentenza n. 85/26/2008, la Ctr Lazio si è espressa in tema di residenze fittizie all’estero.

Secondo i giudici, al fine di dimostrare che la residenza estera del contribuente è soltanto “apparente”, l’Amministrazione finanziaria deve fornire e documentare inequivocabilmente gli indizi che, nel loro insieme, devono comportare prove certe, precise e concordanti.

Pertanto, la mancanza nel procedimento di adeguate prove comporta l’illegittimità della pretesa erariale.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
23 Settembre 2022
La fatturazione elettronica

Pubblichiamo un utile riepilogo sulla fatturazione elettronica, a tre anni di distanza...

23 Settembre 2022
Bonus chef: ecco le modalità di attuazione.

Con un Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, adottato di concerto con il...

23 Settembre 2022
Nuovi chiarimenti sulla nomina del rappresentante fiscale.

Chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate riguardo alla possibilità per le società...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto