Erogazioni liberali ai partiti: limiti alla detraibilità

L’Agenzia delle Entrate, con Risoluzione 15 febbraio 2005, n. 15, ha precisato che per le erogazioni liberali a favore di partiti o movimenti politici è possibile beneficiare della detrazione dall’IRPEF del 19%, ai sensi dell’art. 15, comma 1-bis, TUIR, purché i partiti e movimenti politici destinatari delle medesime, nel periodo d’imposta in cui l’erogazione è effettuata, abbiano almeno un parlamentare eletto alla Camera o al Senato.

Infatti, nonostante la norma che disponeva tale limite (art. 2, Legge n. 2/1997) sia stata abrogata, esso è ancora applicabile, perché rimane valida la finalità di delimitare in modo preciso la platea dei soggetti beneficiari, in modo da garantire che le risorse spettino a movimenti effettivamente rappresentativi a livello nazionale.

Fonte:  www.seac.it