Deducibilità dei costi di elaborazione dati da parte del professionista

La Direzione Generale delle Entrate dell’Emilia Romagna, con nota del 2.4.2003, ha affermato che il professionista può dedurre dal proprio reddito complessivo i costi per l’elaborazione dei dati eseguita da una società di servizi di cui è socio.