NULL
Novità Irpef - Ires
8 Gennaio 2010

Deducibilità compromessa in presenza di operazioni inesistenti: Sentenza della Cassazione

Scarica il pdf

Con Ordinanza 30 novembre 2009, n. 25141, la sezione tributaria della Corte di Cassazione ha disposto che in presenza di operazioni soggettivamente inesistenti, i relativi costi risultano deducibili dal reddito di impresa solamente se il contribuente riesce a documentarli con certezza e nel loro esatto ammontare.

Secondo i giudici, infatti, l’inesistenza delle suddette operazioni fa venir meno l’attendibilità delle scritture contabili; di conseguenza, l’acquisto della merce deve risultare da elementi certi e precisi a prescindere dalla presenza del requisito di inerenza.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
2 Dicembre 2022
Sì al Superbonus in caso di installazione dell’ascensore esterno all’edificio.

L'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un nuovo quesito riguardante il Superbonus. A...

2 Dicembre 2022
La cessione di smart box resta esclusa dall’esterometro.

Le cessioni degli "smart box" rientrano nei dati che devono essere comunicati tramite...

25 Novembre 2022
Compensi dell’agente sportivo: si tratta di redditi di lavoro autonomo.

Con la Risoluzione n. 69 del 21 novembre 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto