NULL
Novità Irpef - Ires
26 Maggio 2008

Deducibili i costi dei beni concessi in comodato se inerenti e strumentali

Scarica il pdf

Con Risoluzione 16 maggio 2008, n. 196, l’Agenzia delle Entrate, in risposta ad un’istanza d’interpello, si è espressa in merito al trattamento fiscale da riservare ai cespiti concessi in comodato gratuito a terzi.

Secondo l’Amministrazione finanziaria, il comodante può dedurre il costo del bene mediante la procedura dell’ammortamento negli esercizi di competenza, nel momento in cui vengono rispettati i requisiti di inerenza del costo (art. 109, comma 5, TUIR) e la strumentalità del bene (art. 102, comma 1, TUIR) all’attività d’impresa esercitata dal comodante stesso.

Inoltre, viene precisato che nel periodo d’imposta in cui dovesse risolversi il contratto di comodato, la quota di ammortamento deducibile nel periodo deve essere ragguagliata ai giorni che decorrono tra l’inizio del periodo d’imposta e la data di risoluzione del contratto.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
25 Novembre 2022
Compensi dell’agente sportivo: si tratta di redditi di lavoro autonomo.

Con la Risoluzione n. 69 del 21 novembre 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito...

25 Novembre 2022
Compensi di lavoro sportivo: ecco le nuove regole dal 2023.

Con il Decreto Legislativo n. 163 del 5 ottobre 2022, pubblicato nella Gazzetta...

25 Novembre 2022
Rimborsi spese per spostamenti dei navigator: non si tratta di indennità di trasferta.

Con la Risoluzione n. 67 del 15 novembre 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto