NULL
Novità Irpef - Ires
6 Ottobre 2008

Cessione d’azienda: non c’è automatismo tra imposta di registro e imposte dirette per l’AIDC

Scarica il pdf

Nella nuova norma di comportamento n. 171, predisposta dall’Associazione italiana Dottori Commercialisti, è stato affermato che, nell’ipotesi di cessione d’azienda, la rettifica del valore di cessione ai fini dell’imposta di registro non è un elemento sufficiente per giustificare un accertamento automatico anche ai fini delle imposte sui redditi.

La norma di comportamento, quindi, si esprime in maniera opposta rispetto alla più recente giurisprudenza. La Corte di Cassazione, infatti, con Sentenza n. 19830, depositata il 18 luglio 2008, ha stabilito che spetta al contribuente dimostrare la mancata corrispondenza, ai fini delle imposte sui redditi, del prezzo incassato con il valore di mercato accertato in sede di applicazione dell’imposta di registro.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
21 Gennaio 2022
Iva ordinaria per i test diagnostici non finalizzati alla lotta al Covid-19.

Test diagnostici non finalizzati alla lotta al Covid-19. Si applica l'aliquota Iva...

21 Gennaio 2022
Gratuito patrocinio per la causa di separazione: rileva anche il reddito di cittadinanza, ma solo in parte.

L'Agenzia delle Entrate si è occupata di una questione riguardante la rilevanza del...

21 Gennaio 2022
Nuove cartelle di pagamento: meno oneri per i debitori.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 17 gennaio 2022, è...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto