toscana

Internazionalizzazione delle Pmi della Regione Toscana

0 Flares 0 Flares ×

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO DAL 30% AL 50% DELLE SPESE VOLTE ALL’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI DELLA REGIONE TOSCANA.

SCADENZA: ad esaurimento risorse

 

Finalità.  Il bando ha lo scopo di concedere agevolazioni sotto forma di contributo in conto capitale (a fondo perduto), anche nella forma di voucher (limitatamente alle spese rivolte a fornitori nazionali), ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti “de minimis“,

 

Destinatari: Possono presentare domanda in risposta al bando:

1-  micro, piccole e medie Imprese (MPMI), in forma singola o associata (RTI / ATI, ATS, Rete-Contratto); le RTI / ATI, ATS, Rete-Contratto;

2- Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Consorzi, società consortili, costituiti o costituendi.

3- Liberi professionisti.  

 

Settori ammessi:

Settore manifatturiero e servizi:

Sezione B Estrazione di minerali da cave e miniere ad esclusione del gruppo 05.1, 05.2 e della classe 08.92
Sezione C Attività manifatturiere, ad esclusione del gruppo 19.1
Sezione D Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
Sezione E Fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
Sezione F Costruzioni
Sezione H Trasporto e magazzinaggio ad esclusione dei gruppi 49.1, 49.3, 50.1, 50.3, 51.1, 51.2, 53.1, e 53.2
Sezione  J Servizi di informazione e comunicazione, ad esclusione della divisione 60 e dei gruppi 61.9 e 63.9
Sezione M Attività professionali, scientifiche e tecniche
Sezione N Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, limitatamente al codice 82.3
Sezione R Attività artistiche, di intrattenimento e divertimento, limitatamente al gruppo 90.03.02
Sezione S Altre attività di servizi, limitatamente alla categoria 96.01.1

Settore turistico:

Sezione I Servizi di alloggio e ristorazione, limitatamente ai codici 55.1, 55.2, 55.3, 55.9
Sezione N Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, limitatamente al codice 79
Sezione R Attività artistiche, di intrattenimento e divertimento, limitatamente al gruppo 93.29.20

 

Scadenza e presentazione domanda. La domanda, soggetta al pagamento di marca da bollo (con firma digitale, dichiarazioni  sotto forma di autocertificazione, documentazione obbligatoria ecc.) , può essere presentata in via continuativa fino ad esaurimento delle risorse definite nel Piano finanziario incrementate del 10%,  a partire dalle ore 10,00 del 3 settembre 2018, e deve essere redatta esclusivamente online sulla piattaforma web del sito del soggetto gestore del bando), previo richiesta delle credenziali di accesso alla piattaforma sul sito web del soggetto gestore stesso.

 

Progetti ammissibili.  La proposta progettuale presentata consiste in un progetto di internazionalizzazione, ovvero nella redazione di una relazione tecnica che descriva le varie fasi, ivi compresa quella di realizzazione del risultato finale da conseguire.

I progetti di investimento non devono prevedere interventi di delocalizzazione. In nessun modo possono essere finanziate spese riconducibili a “stabili organizzazioni all’estero” dell’impresa beneficiaria, cioè unità locali aventi ad oggetto la produzione di beni e/o l’erogazione dei servizi specificamente oggetto dell’attività di impresa del soggetto beneficiario, bensì esclusivamente spese riferite ad uffici espositivi, show room o simili, come meglio definiti dal Catalogo.

 

Spese ammissibili.

– Partecipazione a fiere e saloni internazionali
– Promozione di prodotti e servizi su mercati internazionali mediante utilizzo di uffici o sale espositive all’estero
– Servizi promozionali
– Supporto specialistico all’internazionalizzazione
– Supporto all’innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati

 

Per consulenza in merito, è possibile contattare la redazione.