NULL
Altre Novità
16 Giugno 2007

Studi di settore: non sono strumento di accertamento automatico

Scarica il pdf

L’Agenzia delle Entrate ha diramato il Comunicato Stampa 7 giugno 2007, nel quale viene ribadito che gli studi di settore non rappresentano uno strumento di accertamento automatico.

Secondo l’Agenzia, i contribuenti non hanno l’obbligo di adeguarsi agli studi di settore se ritengono che questi non rispecchino la loro reale situazione contributiva. La stessa normativa dispone che essi sono uno “strumento utilizzabile come punto di riferimento dal contribuente” per “stare più tranquillo“, mentre per l’Amministrazione finanziaria risultano uno strumento utile per selezionare le posizioni da controllare.

Pertanto i contribuenti sono liberi di non adeguarsi agli studi di settore qualora ritengano di non rientrare nei parametri di congruità da questi fissati e potranno spiegare le loro ragioni in sede di contraddittorio.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
19 Luglio 2024
Novità sulle locazioni brevi: istruzioni operative disponibili

L’Agenzia delle Entrate ha rilasciato chiarimenti sull'applicazione delle nuove...

19 Luglio 2024
Tax Control Framework (Regime di adempimento collaborativo)

Il Tax Control Framework (TCF) è un istituto, introdotto nel 2015, stabilito dalla...

19 Luglio 2024
Immobile assegnato: via libera alle detrazioni per lavori edilizi

I bonus fiscali per lavori edilizi sono ammessi non solo per contratti di comodato d'uso...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto