NULL
Altre Novità
17 Gennaio 2009

Requisiti di validità per gli atti richiamati in motivazione: CTP di Trento

Scarica il pdf

Con Sentenza n. 85/5/08, depositata in data 11 dicembre 2008, la CTP di Trento ha stabilito che, al fine di garantire l’esercizio di difesa, gli atti a cui si fa riferimento nella motivazione devono essere allegati e notificati insieme agli avvisi di accertamento.

La Commissione ha inoltre precisato che la procura conferita al difensore, qualora venisse rilasciata su foglio separato, è valida ed efficace solo se il foglio è appuntato al ricorso, numerato progressivamente e fa espressa indicazione del ricorso cui si riferisce; unica eccezione è il caso di successiva regolare designazione del difensore.

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
26 Novembre 2021
Quando si può parlare di commercio elettronico indiretto e quali sono i relativi obblighi di certificazione?

Commercio elettronico indiretto ed obblighi di certificazione. A presentare l'istanza...

26 Novembre 2021
Eredi del professionista: quali sono gli obblighi Iva da adempiere?

Nel caso di morte del professionista, quali sono gli adempimenti Iva a carico degli...

26 Novembre 2021
Subentro nella locazione della casa del portiere: si può optare per la cedolare secca.

Il quesito posto all'Agenzia delle Entrate riguarda l'applicabilità della cedolare...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto