Altre Novità
12 Maggio 2008

Reclami per errata attribuzione al contribuente di parcelle: decide il giudice ordinario

Scarica il pdf

Con Sentenza 29 aprile 2008, n. 10826, le Sezioni unite civili della Corte di Cassazione hanno stabilito che il contribuente che vuole richiedere i danni al Comune quando questi, per riscuotere l’ICI, non ha seguito la procedura “classica” ma si è rivolto a degli avvocati addebitandogli le parcelle, deve rivolgersi al giudice ordinario e non alle commissioni tributarie.

Pertanto, se l’Amministrazione finanziaria, compreso il Comune, per riscuotere i tributi si avvalgono dell’ausilio di avvocati e poi riversano sui cittadini le spese di assistenza legale prestata dagli stessi, la competenza della controversia non è giurisdizione esclusiva della Commissioni tributarie ma la cognizione spetta, invece, al giudice tributario.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto