No al valore di prova privilegiata ai PVC: Sentenze della Cassazione

Con Sentenze 28 gennaio 2010, nn. 1818, 1819, 1820 e 1821, la Corte di Cassazione ha stabilito che il processo verbale di constatazione ha una portata probatoria limitata.

Infatti, il documento fa piena prova fino a querela di falso, limitatamente alla provenienza dello stesso redatto dal pubblico ufficiale. Al contrario, al PVC non può essere attribuita fede privilegiata in ordine al contenuto.

Ne deriva che non si possono acquisire in via automatica ed acritica le risultanze del processo verbale, dovendo i giudici accertare le informazioni contenute, fornendone adeguata motivazione.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale