La corretta tenuta della contabilità in azienda non esclude dall’accertamento

0 Flares 0 Flares ×

Con Sentenza 19 febbraio 2010, n. 4013, la Corte di Cassazione ha chiarito che la tenuta corretta della contabilità dell’impresa non esclude l’accertamento induttivo che può basarsi anche su ulteriori elementi intercettati in sede di controllo fiscale dall’Amministrazione finanziaria.

Secondo i giudici, l’ufficio finanziario può prescindere dalle valenze contabili avvalendosi anche di semplici indizi anche nel caso in cui tali elementi siano sforniti dei requisiti per realizzare una prova presuntiva.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale