Altre Novità
28 Febbraio 2009

Interpelli antielusivi: ritorna il meccanismo del silenzio-assenso

Scarica il pdf

Con Circolare 24 febbraio 2009, n. 5, l’Agenzia delle Entrate ha fornito importanti chiarimenti riguardo alle regole di presentazione delle istanze d’interpello dopo le modifiche introdotte dal D.L. n. 185/2008.

L’art. 16, comma 1, lett. a), D.L. n. 185/2008, ha previsto che la mancata comunicazione del parere da parte dell’Agenzia delle Entrate entro 120 giorni e dopo ulteriori 60 giorni dalla diffida ad adempiere da parte del contribuente equivale a silenzio-assenso della soluzione prospettata nell’istanza dal contribuente stesso.

L’Amministrazione finanziaria ha chiarito che le nuove disposizioni dettate dall’art. 16, D.L. n. 185/2008, si applicano sia alle istanze d’interpello antielusivo presentate dal 29 novembre 2008 (data di entrata in vigore del D.L. n. 185/2008) sia alle istanze presentate prima del 29 novembre 2008 per le quali, in tale data, ancora non era scaduto il termine dei 60 giorni previsto per la risposta da parte dell’Agenzia.

Diversamente, è escluso l’effetto del silenzio-assenso per le istanze presentate prima del 30 settembre 2008.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto