NULL
Altre Novità
20 Ottobre 2007

Imposta sulla pubblicità dovuta se avviso di rettifica

Scarica il pdf

Con Sentenza 5 ottobre 2007, n. 20868, la Corte di Cassazione si è espressa in merito alla portata dell’art. 10, D.Lgs. n. 507/1993 che dispone la possibilità per il Comune di procedere a rettifica o accertamento d’ufficio dell’importo dovuto a titolo di imposta sulla pubblicità.

Secondo la Corte, tale norma dispone che qualora il contribuente abbia presentato la dichiarazione, l’imposta deve essere pagata anche se ha ricevuto solamente un avviso di rettifica della dichiarazione (perché ritenuta infedele); in caso di mancata presentazione, invece, deve essergli notificato l’avviso di accertamento.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
25 Novembre 2022
Compensi dell’agente sportivo: si tratta di redditi di lavoro autonomo.

Con la Risoluzione n. 69 del 21 novembre 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito...

25 Novembre 2022
Compensi di lavoro sportivo: ecco le nuove regole dal 2023.

Con il Decreto Legislativo n. 163 del 5 ottobre 2022, pubblicato nella Gazzetta...

25 Novembre 2022
Rimborsi spese per spostamenti dei navigator: non si tratta di indennità di trasferta.

Con la Risoluzione n. 67 del 15 novembre 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto