NULL
Altre Novità
11 Giugno 2010

Esteso a 60 giorni il termine per contestare i pignoramenti presso terzi: Direttiva di Equitalia

Scarica il pdf

Con Direttiva 8 giugno 2010, n. 12, Equitalia ha comunicato ai vertici delle società partecipate che il termine a disposizione del debitore iscritto a ruolo per potersi difendere adeguatamente contro le esecuzioni forzate che si ritengono errate passa da 15 a 60 giorni.

La norma a cui fa riferimento la Direttiva è l’articolo 72-bis, D.P.R. n. 602/1973 che prevede la possibilità di ordinare a un soggetto (ad esempio, il datore di lavoro) di versare direttamente all’agente della riscossione le somme che avrebbe dovuto pagare al debitore iscritto a ruolo (ad esempio, il dipendente).

Prima di tale intervento, infatti, la richiesta di versamento avanzata da Equitalia era da assolvere entro e non oltre 15 giorni dalla notifica dell’atto di pignoramento presso terzi; ora il debitore avrà molto più tempo, fino a due mesi, per opporsi.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
14 Giugno 2024
Consultazione delle e-fatture senza adesione esplicita

Dal 20 marzo, l'acquisizione e consultazione delle e-fatture diventa più semplice per...

14 Giugno 2024
Per le finiture delle case antisismiche c’è tempo anche dopo il rogito

Per ottenere la detrazione, al momento della compravendita sono necessarie le...

14 Giugno 2024
Aggiornamento Catasto dei Fabbricati (Docfa)

Il Docfa (Documento Catasto FAbbricati) è un atto di aggiornamento predisposto da...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto