Altre Novità
1 Gennaio 1970

Esclusione dell’esenzione ICI per gli immobili adibiti a case religiose di ospitalità

Scarica il pdf

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 16728 del 16 luglio 2010, ha stabilito che sono soggetti ad ICI gli immobili posseduti da enti ecclesiastici e destinati ad attività sostanzialmente commerciali, anche se si tratta di immobili adibiti a case religiose di ospitalità.

Ciò in quanto le case di ospitalità esercitano attività non riconducibili alle “attività di religione”, così come definite dalla legge n. 222 del 1985, art. 16, lett. a), ritenute meritevoli del beneficio dell’esenzione. Svolgono, invece, attività commerciali che, anche se non esercitate in misura prevalente, escludono di per sé l’applicazione dell’esenzione ICI, sia che si tratti di attività esercitate da enti laici, sia che si tratti di attività poste in essere da enti ecclesiastici.

 

Articolo pubblicato in data 4 ottobre 2010.

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto