Altre Novità
14 Marzo 2009

Erronea presentazione di istanza di rimborso: Sentenza della Cassazione

Scarica il pdf

Con Sentenza 27 febbraio 2009, n. 4773, la sezione tributaria della Corte di Cassazione, in disaccordo con l’orientamento prevalente della Suprema Corte, ha stabilito che l’istanza di rimborso presentata dal contribuente ad un ufficio dell’Amministrazione finanziaria incompetente, funzionalmente o territorialmente, è valida ed efficace, nonché atta a interrompere il termine di decadenza di 48 mesi dal versamento, di cui all’articolo 38, DPR n. 602/1973.

La Corte, nel richiamare il principio di “costante collaborazione tra organi“, ha previsto l’obbligo per l’ufficio che riceve erroneamente la richiesta di provvedere alla trasmissione della stessa al competente organo dell’Amministrazione.

Infine, l’istanza irregolarmente presentata è idonea a far decorrere i termini per il silenzio-rifiuto, impugnabile innanzi alle Commissioni tributarie.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
14 Maggio 2021
Rimborsi per spese sostenute da lavoratori in smart working: tassabili se non collegati a criteri oggettivi.

L'Agenzia delle Entrate si è pronunciata nuovamente riguardo alla tassabilità dei...

14 Maggio 2021
Attestazioni rilasciate a medici che chiedono un indennizzo per isolamento da Covid: sì all’imposta di bollo.

Nuova questione affrontata dall'Agenzia delle Entrate. Si tratta dell'applicabilità...

14 Maggio 2021
Interventi in aree per fiere e convegni: quando è ammesso il credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro?

L'Agenzia delle Entrate è intervenuta a fornire nuovi chiarimenti riguardo...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto