Altre Novità
19 Maggio 2005

D.L. Competitività: la nuova DIA

Scarica il pdf

In base alla nuova disciplina della DIA (Dichiarazione di inizio attività), dettata dal D.L. Competitività, il soggetto interessato ad iniziare una nuova attività può rilasciare una dichiarazione all’ente pubblico competente (es. Comune, Provincia), attestando di essere in possesso dei requisiti richiesti e conservare la ricevuta della avvenuta presentazione.

Passati 30 giorni dalla presentazione della dichiarazione potrà iniziare l’attività, dandone notizia all’ente pubblico. L’Amministrazione, entro 30 giorni dalla presentazione della domanda, deve accertare il possesso dei requisiti e bloccare, se necessario, l’iniziativa del richiedente.

Secondo la previgente disciplina, invece, il privato poteva iniziare subito l’attività, rilasciata una semplice dichiarazione, e l’Amministrazione aveva 60 giorni per vietarne la prosecuzione.

Fonte:  www.seac.it

 

Articoli correlati
30 Aprile 2021
Superbonus e contributi pubblici per la ricostruzione: sì alla cumulabilità

L'Agenzia delle Entrate, nella Risoluzione n. 28 del 23 aprile 2021, si è occupata della...

30 Aprile 2021
Il dipendente di una società italiana che risiede nel Paese estero e lì opera con il telelavoro non paga tasse in Italia

Quale regime fiscale è applicabile al lavoratore dipendente di una società italiana che...

30 Aprile 2021
Agevolazioni del Decreto Crescita 2019: non si considerano le vendite di immobili in corso di costruzione

L'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un quesito riguardante l'applicazione delle...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto