NULL
Altre Novità
19 Luglio 2008

Criterio catastale per lo scioglimento agevolato delle società di comodo

Scarica il pdf

Con Risoluzione 14 luglio 2008, n. 298, l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti in materia di scioglimento agevolato delle società non operative, di cui all’art. 1, comma 129, Legge 24 dicembre 2007, n. 244.

Secondo l’Agenzia, nel caso in cui la società in scioglimento possegga un immobile abitativo la cui assegnazione ai soci determinerebbe il realizzo di una minusvalenza (essendo il costo storico del bene superiore al valore normale determinato su base catastale), è comunque possibile determinare il reddito della procedura di scioglimento agevolato (il valore dell’immobile da assegnare ai soci) mediante il criterio catastale.

Inoltre, il medesimo valore su base catastale può essere preso a riferimento anche per la determinazione:

  • del reddito di capitale dei soci;
  • dell’imposta di registro.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
24 Giugno 2022
Contributo straordinario sugli extraprofitti contro il caro bollette: ecco gli adempimenti dichiarativi e di versamento.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 17 giugno 2022, sono...

24 Giugno 2022
Contributo straordinario a carico delle aziende energetiche: pubblicate le risposte alle domande più frequenti.

Pubblicate sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate le risposte alle domande più...

24 Giugno 2022
Comunione gratuita di terreni tra colottizzanti: quale trattamento ai fini delle imposte indirette e dirette?

Chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate riguardo alla tassazione da applicare, ai fini...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto