Corte di Cassazione: legittimo l’accertamento induttivo allargato

La Corte di Cassazione, con Sentenza n. 8643/2007, depositata il 6 aprile 2007, ha giudicato esaustiva e corretta la motivazione della Sentenza della CTR Toscana che ha considerato validamente eseguito l’accertamento induttivo da parte dell’Ufficio, basato oltre che sul numero dei tovaglioli lavati, su altri elementi extracontabili come i prezzi dei singoli pasti ricavati dalle ricevute fiscali esaminate, le tazzine di caffè servite, la quantità di vino e altri elementi consumati.

Il risultato dell’accertamento così eseguito, considerando cioè un insieme di dati congruamente accertati, è stato giudicato logico e conseguente, non solo dalla CTR ma anche dalla Cassazione.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale