Contro l’accertamento fondato sul redditomentro valgono le contestazioni specifiche

La Corte di Cassazione con Sentenza 21 marzo 2007, n. 6758, ha stabilito che il contribuente sottoposto ad accertamento fondato sul redditometro può opporre contestazioni specifiche come l’età, la professione e la qualità dell’economia territoriale ove l’attività è svolta.

Nonostante il Fisco, ai sensi dell’art. 39, comma 1, lett. d), D.P.R. n. 633/1973, possa desumere maggiore capacità reddituale sulla sola base di presunzioni legali (purché gravi precise e concordanti), la Corte ha concluso per l’inattendibilità dell’accertamento operato dall’Amministrazione finanziaria in quanto esso non ha tenuto conto della bontà delle specifiche eccezioni avanzate dal contribuente.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale