NULL
Altre Novità
19 Maggio 2005

Concordato preventivo: adeguamento in dichiarazione

Scarica il pdf

Gli incrementi minimi, rispetto agli importi minimi concordati per il 2003, che i contribuenti che hanno aderito al concordato preventivo biennale (art. 33, D.L. n. 269/2003) devono dichiarare per il 2004 sono pari:

  • almeno al 5% per i ricavi/compensi;
  • almeno al 3,5% per il reddito d’impresa/lavoro autonomo.

Si ricorda che, mentre l’adeguamento in dichiarazione al reddito minimo è consentito senza alcun limite, l’adeguamento ai ricavi/compensi per il 2004 è possibile solo entro il limite del 10% dei ricavi/compensi annotati nelle scritture contabili e con il versamento di una sanzione pari al 5% delle maggiori imposte correlate all’adeguamento.

L’adeguamento ai ricavi o compensi minimi ha effetto anche ai fini IVA: la maggiore imposta deve essere versata entro il termine di presentazione del modello UNICO 2005. Non rileva invece ai fini IRAP.

Fonte:  www.seac.it

 

Articoli correlati
24 Marzo 2023
Art Bonus: no se il contributo non è spontaneo.

L'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un quesito in merito all'applicazione del...

16 Marzo 2023
Legge di bilancio 2023, novità sul reverse charge

Legge di bilancio 2023, novità sul reverse charge: cos’è. Il reverse charge...

10 Marzo 2023
Decreto Milleproroghe 2023 diventa legge: novità per definizioni agevolate e stralcio delle cartelle.

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 27 febbraio 2023 la Legge di conversione del...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto