Altre Novità
24 Maggio 2010

Cartella esattoriale completa della motivazione: Sentenza della Cassazione

Scarica il pdf

Con Sentenza 14 maggio 2010, n. 11722, la Corte di Cassazione ha stabilito che qualora la cartella esattoriale costituisca il primo e unico atto con il quale l’ente impositore esercita la propria pretesa, essa deve contenere gli elementi che consentano al contribuente di esercitare il proprio controllo sulla correttezza dell’imposizione.

Secondo il contenuto della sentenza, la motivazione può essere esplicitata anche facendo riferimento ad un atto amministrativo: in tal caso, dovranno esserne riportati esplicitamente nella cartella gli estremi, in modo che il contribuente ne abbia conoscenza o conoscibilità.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
22 Ottobre 2021
Emergenza Coronavirus: la rinuncia ai crediti per canoni scaduti vale come riduzione dei ricavi.

Come deve essere qualificata la rinuncia a crediti relativi a canoni di affitto...

22 Ottobre 2021
Credito d’imposta per botteghe e negozi: no se l’attività poteva rimanere aperta.

L'Agenzia delle Entrate ha espresso il proprio parere riguardo ad una questione relativa...

22 Ottobre 2021
Partite Iva con riduzione del volume d’affari: le regole della definizione agevolata delle comunicazioni di irregolarità.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 18 ottobre 2021, è...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto