Altre Novità
20 Febbraio 2009

Avvisi di accertamento puntuali: Sentenza della Cassazione

Scarica il pdf

Con Sentenza 6 febbraio 2009, n. 2878, la Corte di Cassazione si è espressa in materia di requisiti e motivazione contenuti negli atti tributari, in caso di accertamento fiscale.

Secondo i giudici, ai sensi dell’art. 42, D.P.R. n. 600/1973, l’avviso di accertamento in cui non è specificata la categoria reddituale ripresa a tassazione si considera irregolare. La Suprema Corte sostiene, infatti, che l’indicazione nell’atto della dicitura generica “emolumento” non è sufficiente per consentire al contribuente di individuare correttamente il singolo reddito che deve essere ripreso a tassazione.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto