NULL
Altre Novità
14 Gennaio 2006

Ai concessionari della riscossione niente rimborso per le notifiche

Scarica il pdf

Con Risoluzione 27 dicembre 2005, n. 181, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che ai concessionari della riscossione non può essere riconosciuto il diritto di addebitare le spese di notifica dei preavvisi di fermo amministrativo al contribuente, in caso di riscossione andata a buon fine.

Infatti, ad essi è riconosciuto un rimborso forfetario, così come previsto dal D.Lgs. n. 112/1999, che rinvia, per la precisa individuazione del compenso, ad una tabella ministeriale, adottata con Decreto dirigenziale 21 novembre 2000.

E’ stato inoltre precisato nella Risoluzione che il D.Lgs. n. 112/1999 supera di fatto il precedente D.M. n. 503/1998, il quale, pertanto, deve ritenersi non più in vigore, a nulla valendo il richiamo a quest’ultimo effettuato dal D.L. n. 203/2005.

Fonte:  www.seac.it

 

Articoli correlati
26 Novembre 2021
Quando si può parlare di commercio elettronico indiretto e quali sono i relativi obblighi di certificazione?

Commercio elettronico indiretto ed obblighi di certificazione. A presentare l'istanza...

26 Novembre 2021
Eredi del professionista: quali sono gli obblighi Iva da adempiere?

Nel caso di morte del professionista, quali sono gli adempimenti Iva a carico degli...

26 Novembre 2021
Subentro nella locazione della casa del portiere: si può optare per la cedolare secca.

Il quesito posto all'Agenzia delle Entrate riguarda l'applicabilità della cedolare...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto