NULL
Altre Novità
18 Settembre 2009

Accertamento viziato da irregolarità procedurali: valido se il contribuente collabora

Scarica il pdf

Con Sentenza 23 luglio 2009, n. 17210, la Corte di Cassazione ha stabilito che l’accertamento viziato da irregolarità procedurali deve considerarsi valido nel caso in cui lo stesso contribuente controllato manifesti, anche non espressamente ma con comportamenti concludenti, la volontà di collaborare con l’Ufficio procedente per chiarire la propria posizione.

Secondo i giudici, infatti, la collaborazione del cittadino sottoposto a verifica supera qualsiasi questione sulla regolarità procedurale dell’attività di accertamento, in quanto la partecipazione del contribuente alle operazioni di verifica, compiuta senza muovere alcuna contestazione all’operato dei funzionari del fisco, equivale ad accettare il loro operato.

In tali casi, pertanto, sono pienamente utilizzabili, ai fini del controllo tributario, le risultanze scaturenti dall’accertamento “viziato”.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
5 Agosto 2022
Vi aspettiamo a settembre

La redazione dà appuntamento a settembre per le prossime notizie e augura buone vacanze...

4 Agosto 2022
Social bonus: arriva il regolamento per l’attuazione del credito d’imposta.

E' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 14 luglio 2022 il Decreto del Ministero...

4 Agosto 2022
L’Agenzia delle Entrate istituisce i codici tributo per utilizzare tre nuovi crediti d’imposta.

Con tre diverse Risoluzioni dell'Agenzia delle Entrate del 27 luglio 2022 sono stati...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto