NULL
Altre Novità
22 Aprile 2006

Accertamento in presenza di contabilità formalmente corretta: Sentenza della Cassazione

Scarica il pdf

Con Sentenza 16 novembre 2005, n. 23183, la Corte di Cassazione ha disposto la legittimità degli avvisi di accertamento emessi, in particolari ipotesi, dagli uffici finanziari in presenza di una contabilità formalmente corretta.

Secondo i Giudici una contabilità formalmente corretta può essere definita, infatti, inattendibile nei casi in cui la stessa sia in contrasto con il principio fondamentale della ragionevolezza e/o sia il frutto di comportamenti e scelte gestionali antieconomiche. In tali ipotesi un avviso di accertamento, anche se emesso in presenza di una contabilità formalmente corretta, è da ritenersi pienamente legittimo.

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
26 Novembre 2021
Quando si può parlare di commercio elettronico indiretto e quali sono i relativi obblighi di certificazione?

Commercio elettronico indiretto ed obblighi di certificazione. A presentare l'istanza...

26 Novembre 2021
Eredi del professionista: quali sono gli obblighi Iva da adempiere?

Nel caso di morte del professionista, quali sono gli adempimenti Iva a carico degli...

26 Novembre 2021
Subentro nella locazione della casa del portiere: si può optare per la cedolare secca.

Il quesito posto all'Agenzia delle Entrate riguarda l'applicabilità della cedolare...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto