NULL
Altre Novità
8 Gennaio 2010

Accertamento con studi di settore solo se c’è il contraddittorio: Sezioni Unite della Cassazione

Scarica il pdf

Con Sentenze 18 dicembre 2009, nn. 26635, 26636, 26637 e 26638, la Corte di Cassazione a Sezioni Unite ha stabilito che gli studi di settore ed i parametri, che costituiscono presunzioni semplici ai fini dell’accertamento del reddito, devono essere necessariamente ancorati alle risultanze conseguenti al contraddittorio col contribuente.

In particolare, lo scostamento rispetto a Gerico, che deve determinare una grave incongruenza tra ricavi dichiarati e quelli calcolati in base agli studi di settore, non può essere valutato solo in virtù dei risultati del software, ma è necessario tenere in considerazione quanto emerso nel corso del contraddittorio.

Gli studi di settore ed i parametri, infatti, che sono semplicemente indici tali da evidenziare una possibile anomalia del reddito dichiarato, comunque non tengono conto della singola posizione soggettiva del contribuente, in relazione all’attività di lavoro svolta.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
2 Dicembre 2022
Sì al Superbonus in caso di installazione dell’ascensore esterno all’edificio.

L'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un nuovo quesito riguardante il Superbonus. A...

2 Dicembre 2022
La cessione di smart box resta esclusa dall’esterometro.

Le cessioni degli "smart box" rientrano nei dati che devono essere comunicati tramite...

25 Novembre 2022
Compensi dell’agente sportivo: si tratta di redditi di lavoro autonomo.

Con la Risoluzione n. 69 del 21 novembre 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto