terremoto

Agevolazioni fiscali per le imprese con sede nei territori lombardi colpiti dal sisma del 2012

0 Flares 0 Flares ×

Il Ministero dello Sviluppo Economico, nella Circolare n. 21801 del 10 marzo 2016, ha indicato le modalità ed i termini di presentazione delle istanze di accesso alle agevolazioni fiscali in favore delle micro imprese localizzate nella zona franca istituita nei territori della Lombardia colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012.

Tale zona franca è stata istituita dal comma 445 dell’articolo 1 della Legge di Stabilità per il 2016.

I chiarimenti forniti nella Circolare riguardano:

  • l’area della zona franca (paragrafo 2);
  • i soggetti beneficiari delle agevolazioni (paragrafo 3);
  • le agevolazioni concedibili (paragrafo 4);
  • le risorse finanziarie disponibili (paragrafo 5);
  • l’intensità delle agevolazioni (paragrafo 6);
  • le modalità ed i termini di presentazione dell’istanza (paragrafo 7);
  • le modalità di concessione delle agevolazioni (paragrafo 8);
  • le informazioni antimafia (paragrafo 9);
  • le modalità di fruizione delle agevolazioni (paragrafo 10);
  • i contatti per richiedere ulteriori informazioni e chiarimenti (paragrafo 11).

In particolare, per quanto riguarda i requisiti necessari affinché si possa beneficiare delle agevolazioni fiscali in questione, il Ministero ha indicato:

  • la circostanza che si tratti di micro imprese. La definizione di micro impresa da considerare è quella affermatasi nella vigente normativa comunitaria in materia di aiuti di Stato;
  • le imprese devono essere costituite e regolarmente iscritte nel Registro delle imprese alla data di presentazione dell’istanza e non deve trattarsi di imprese costituite successivamente alla data del 31 dicembre 2014;
  • le imprese devono svolgere la propria attività all’interno della zona franca e, quindi, le imprese che richiedono le agevolazioni, alla data di presentazione dell’istanza, devono avere la propria sede principale o un’unità locale all’interno della zona franca;
  • le imprese non devono essere sottoposte a procedure concorsuali;
  • le imprese devono svolgere le attività individuate in un elenco inserito nella Circolare (ad esempio, attività di commercio all’ingrosso ed al dettaglio; attività dei servizi di ristorazione; attività sportive, di intrattenimento e di divertimento).

Le agevolazioni fiscali delle quali possono beneficiare, esclusivamente per il periodo d’imposta 2016 ed entro certi limiti, le imprese che possiedono i requisiti suddetti sono:

  • l’esenzione dalle imposte sui redditi;
  • l’esenzione dall’Irap;
  • l’esenzione dall’Imu.

Le istanze di accesso alle agevolazioni possono essere presentate dalle ore 12.00 dell’8 aprile 2016 alle ore 12.00 del 16 maggio 2016.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Pin It Share 0 LinkedIn 0 Email -- 0 Flares ×